il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

CristianaMente#15

Ciao, mi sono avvicinata a Dio da poco e per quanto abbia compreso che  Lui ci chiama a condurre una vita casta, per me, che fino a poco tempo fà ho condotto una vita molto disordinata e completamente priva di regole non ti nascondo che a volte risulta difficile.  Hai dei suggerimenti da darmi??

La tua domanda mi è stata fatta molte volte ed è una delle cose più difficili da comprendere quando ti converti. Ma vedi io anche in analisi consiglio sempre di non usare il sesso nel rapporto a due come si fa nel mondo. Prima si fa sesso e poi ci si conosce e se tu guardi il panorama di rapporti che c’è fuori dall’essere cristiani non è un gran panorama.
Conoscendosi, giorno per giorno, adagio adagio si impara molto di più l’uno dell’altro. Vedi, nelle comunità serie (come quella in canada) il sesso è bandito fino alla tua completa guarigione. Questo per imparare che non è una necessità ma una scelta, una decisione. E quando sei in Cristo Lui stesso ti dà la forza per arrivare puro e integro ad amare una persona.

1 commento»

  Salvatore wrote @

Non so se la tua storia coinvolge, in prima linea, la sfera intima, ma – a ogni modo – sappi che Cristo è venuto a cercare proprio gli sbandati, gli emarginati e i peccatori incalliti; l’incontro fra Gesù e l’adultera (Gv. 8,11), ad esempio, è significativa perchè questa donna “cambia” da quel giorno la sua vita e si pone alla sequela del Maestro.

E’ naturale che non appena lo Spirito Santo comincia a “lavorare” nella nostra natura peccaminosa (e ciò vale per tutte le categorie di persone), tutti – o quasi tutti – entriamo in “crisi”, dato che lo Spirito di Dio produce in noi quel “convincimento di peccato” (Gv. 14,26 – 15,26) necessario per farci capire che il sangue di Gesù ci ha “purificati” – e ci purifica tuttora (Apocalisse 1,5) – affinchè comprendiamo il grande valore del sacrificio di Cristo e lo stato di perdizione in cui tutti ci troviamo!

L’incontro con Gesù, comunque, non trasforma immediatamente la nostra natura dall’oggi al domani, ma è l’inizio della “nuova creazione” che – giorno dopo giorno (se siamo però assidui alla lettura della bibbia, alla comunione fraterna, alla preghiera) – ci modella a immagine di Cristo; gli apostoli, infatti, non subirono una veloce metamorfosi poichè avevano bisogno di capire la fragilità umana e la loro incapacità di potersi migliorare da sè stessi. Ecco perchè Dio soffia “in” noi il Suo Spirito, appunto perchè la vita di Cristo si manifesti in maniera costante e progressiva (Galati 2,20).

Quindi, è ovvio che i primi passi della conversione sono i più difficili, perchè quel “seme” gettato dal seminatore ha bisogno di “radici profonde” e di un “terreno adatto” (Mc. 4,20) il cui frutto si vedrà nel tempo opportuno. Se nel gergo ippico si dice che un “buon cavallo” si vede alla fine della corsa…, a maggior ragione i frutti della conversione si renderanno visibili durante l’arco del n/s cammino cristiano, caduta dopo caduta, difficoltà dietro difficoltà. Ma quando Cristo ti afferra la mano, stai pur certa che Lui non allenterà la presa. Siamo noi che cerchiamo di svincolarci!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: