il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

E’ dedicata a te!

é domenica, ed è pure gospel!
la settimana è finita e vi lascio con la predica di Corrado Salmè, fatta durante la sua visita ad aprile a Milano😉

Immagine 1

Apocalisse 2

Lettere alle sette chiese dell’Asia.
Prima lettera: alla chiesa di Efeso

1 «All’angelo della chiesa in Efeso scrivi: queste cose dice colui che tiene le sette stelle nella sua destra e che cammina in mezzo ai sette candelabri d’oro. 2 Io conosco le tue opere, la tua fatica e la tua costanza e che non puoi sopportare i malvagi, e hai messo alla prova coloro che si dicono apostoli e non lo sono, e li hai trovati bugiardi. 3 Tu hai sopportato, hai costanza e per amore del mio nome ti sei affaticato senza stancarti. 4 Ma io ho questo contro di te: che hai lasciato il tuo primo amore. 5 Ricordati dunque da dove sei caduto, ravvediti e fa’ le opere di prima; se no verrò presto da te e rimuoverò il tuo candelabro dal suo posto, se non ti ravvedi. 6 Tuttavia hai questo, che odi le opere dei Nicolaiti, che odio anch’io. 7 Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese: a chi vince io darò da mangiare dell’albero della vita, che è in mezzo al paradiso di Dio».

1 commento»

  Salvatore (evangelista) wrote @

Ciò che mi colpisce attaverso questa lettera è che Paolo, oltre ad esortare a ravvivare il “primo amore”, parla di “falsi apostoli” dentro la chiesa (!); infatti, i falsi cristi e i falsi profeti di Matteo 24,24 non limita la presenza di presunti “messìa” degli ultimi tempi al di fuori delle comunità (ce ne sono diversi già in giro), bensì è un invito pressante ai cristiani di oggi affinchè discernano, all’interno delle loro chiese, i falsi “apostoli” cioè fratelli nella fede che non camminano rettamente.

Può sembrare strano che in seno a un gruppo ci possano essere fratelli, pastori, diaconi, anziani o sorelle aventi l’apparenza di quella “pietà cristiana di cui si rinnega la fede” (.), eppure Paolo sta parlando di pseudo-convertiti che attirano altri a sè e vivono empiamente pur frequentando la Chiesa!

Di sicuro all’occhio umano verrà difficile identificare chi, in comunità, mostra una fede esteriore, è assiduo ai culti e, magari, canta pure in coro, ma l’albero non si riconosce dalle radici….ma piuttosto dal FRUTTO.

Personalmente non mi stupisco delle parole di Paolo perchè accade così, tuttora, in ambito pentecostale un pò ovunque, ma chi è veramente sottomesso a Dio (non all’uomo – Atti 5,29), serve Gesù nell’umiltà e nel segreto del suo cuore e porta frutto per la Gloria del Signore sarà capace – grazie all’unzione dello Spirito Santo – di discernere questi “falsi fratelli” (.)

E’ vero che durante il cammino cristiano si rallenta, anche per via delle tentazioni e delle avversità, ma chi ama Cristo ed è fedele alla sua Parola non avrà problemi a riconoscere chi vive nel compromesso e nel peccato, insomma non ha arreso realmente la sua vita a Dio pur facendo parte della Chiesa!

Ricordiamoci che “solo” Cristo fu capace di liberare un uomo posseduto che frequentava regolarmente la sinagoga (Marco 1,23); il che vuol dire che l’intera comunità e chi la conduceva non si erano mai accorti di questo “intruso” all’interno del gruppo, come a dire che gli altri membri della comunità non erano riusciti a scorgere una persona che di certo viveva “empiamente”…..


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: