il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

un Onnipotente col sen­so dell’umorismo

Come si dice? Tentar non nuoce, è l’uomo ha sempre “tentato”😉 semplicemente per non ammettere che all’origine di tutto c’è “un Dio”, che non è il dio del pane😛

Leggete l’articolo.

La macchina del Big Bang si blocca.
Per una briciola di pane.

Il Collider del Cern

Gli americani dicono «the devil is in the details», il diavolo sta nei detta­gli. Ma anche Dio — diciamolo — non se la cava male, quando ci si mette. Il Large Hadron Collider (in italiano: grande colli­sore di adroni) è un acceleratore di parti­celle presso il Cern di Ginevra, il più grande e potente mai realizzato. Lungo 27 chilometri, costato 4,9 miliardi di eu­ro, dovrebbe provare l’esistenza del «bo­sone di Higgs», detto anche «la particella di Dio», che fornisce la massa alla mate­ria nell’universo e simula il Big Bang Be’, si è fermato: ci hanno tro­vato dentro mollica di pane. Nessuno sa come sia finita lì. Tecnicamente, essendo Ginevra nella Svizzera francese, si tratta­va di mollica di baguette. Duran­te l’ispezione si è scoperto che aveva messo fuori uso una delle unità esterne di raffreddamen­to che mantengono la tempera­tura a 1,9 gradi sopra lo zero as­soluto. Una portavoce del Cern ha detto:

L’UCCELLINO- «Supponiamo sia sta­to portato da un volatile oppure sia caduto da un aeroplano di passaggio». Titola il sito www. smartplanet. com : « Uccel­lino con Baguette 1 – Big Bang 0». Sembra un buon riassunto. Fin qui, la vicenda appare di­vertente e paradossale. Una macchina studiata per accelera­re protoni e ioni pesanti fino al 99,9999991% della velocità del­la luce, e scoprire l’origine del­l’universo, bloccata da una bri­ciola. Il più grande e costoso esperimento della fisica mon­diale sconfitto (temporanea­mente) dalla panetteria quoti­diana. Materiale per umoristi scientifici o scienziati dotati di senso dell’umorismo.

//

IL PRECEDENTE «INQUIETANTE» – C’è un precedente, però, che rende la faccenda fascinosa e/o inquie­tante (fate voi). Quando il Large Hadron Colli­der venne inaugurato, il 10 set­tembre 2008, un’esplosione di scintille, fumo ed elio refrigera­to lo ha spento. Un incidente bizzarro, e mai del tutto spiega­to. Dennis Overbye, sul New York Times , ha lanciato una supposizione (segnalata e tra­dotta da Enrico De Simone sul sito L’Occidentale ). L’articolo del NYT è uscito lo scorso 13 ot­tobre — quindi PRIMA che il vo­latile, l’aeroplano, il caso, il de­stino o Altro depositassero mol­lica di pane nel sincrotrone. Leg­gete, e stupitevi. Scriveva Overbye, tre settima­ne fa: «… il Large Hadron Colli­der è pronto per ripartire (…) Sa­rà il momento per verificare una delle più bizzarre e rivolu­zionarie teorie scientifiche mai sentite (…) Sto parlando del­l’ipotesi secondo cui a sabotare il travagliato sincrotrone sareb­be niente meno che il suo stes­so futuro. Una coppia di affer­mati fisici ha suggerito che l’ipo­tetico bosone di Higgs, che gli scienziati sperano di produrre grazie all’LHC, potrebbe essere a tal punto scabroso per la natu­ra che la sua creazione sarebbe sufficiente a produrre un ritor­no al passato e a fermare il sin­crotrone prima che ne produca uno. Come un viaggiatore del tempo che tornasse indietro ne­gli anni per uccidere il proprio nonno » . I fisici in questione sono Hol­ger Bech Nielsen, dell’Istituto Niels Bohr di Copenhagen, e il giapponese Masao Ninomiya, dell’Istituto Yukawa di fisica te­orica di Kyoto. «È nelle nostre previsioni che ogni macchina che produca bosoni di Higgs ab­bia cattiva fortuna», ha scritto il dottor Nielsen in una email. In un testo non ancora pubblicato — ma citato dal New York Ti­mes — conclude: «Si potrebbe quasi dire che abbiamo un mo­dello di Dio (…) Anche Lui odia alquanto le particelle di Higgs, e cerca di evitarle». Con la mollica di pane?! Per­ché no: un Onnipotente col sen­so dell’umorismo. Avendo a che fare con gentaglia come noi, Gli serve di sicuro.

Beppe Severgnini

fonte: www.corriere.it

3 commenti»

  Vinicius wrote @

ahahahahaha

Onnipotente col sen­so dell’umorismo

  Salvatore (evangelista) wrote @

Il secondo “piccolo” incidente che ha bloccato l’esperimento al Cern di Ginevra (quanto spreco di milioni di euro spesi per l’enorme anello a galleria lungo 27 km!) dimostra come Dio faccia miseramente fallire ogni tentativo umano che mira a escluderLo da ogni opera creata: gli scienziati dovevano riproporre una specie di “big bang” in miniatura, ma son rimasti a bocca asciutta ancora una volta!

Ora, ammettendo – solo per un attimo – la creazione dell’universo e della vita secondo le teorie dello scoppio primordiale di un ammasso di energia e del conseguente evoluzionismo darviniano, se la terra e i pianeti esistono non è strano che al “primo” BIG BANG son venute fuori delle leggi astronomiche e fisiche perfette che regolano tutte le galassie e le loro orbite ? Difatti, perchè la terra gira sempre allo stesso modo e non c’è stata la sfasatura nemmeno di un secondo, perchè il sole è stabile lì ogni mattina e l’atmosfera produce i suoi cicli regolari? A rigor di logica, se tutto si spiega col big bang, cioè un evento astrofisico accidentale e non programmato, allora si deve ammettere che ce ne sono stati probabilmente più di uno, sino ad arrivare a quello definitivo che ha formato l’attuale mondo!

In verità, Dio ha creato ogni cosa traendola non da realtà apparenti, a conferma che c’è stata una Mente Sovrana che ha dato inizio a tutto, ragion per cui il famoso “Bosone di Higgs” o particella di Dio dimostra che l’uomo, intimamente, è alla ricerca di un input iniziale che – per vanagloria umana – non vuole riconoscere in Colui che esiste da sempre!

“Per fede noi comprendiamo che i mondi sono stati formati dalla Parola di Dio” (Ebrei 11,3), perciò – come credente – mi è più che sufficiente pensare (e credere) che tutto quanto esiste è stato originato per volontà del Creatore; inoltre, non capisco tutto questo scervellarsi sul perchè e sul percome, dato che – alla fine – Bosone o meno non si approderà a niente. Ahimè, la superbia umana, come si vede, non ha confini poichè l’uomo che vive lontano da Dio è in balìa di sè stesso!

Nel ricordare al lettore che la torre di Babele subì una brusca e non prevista interruzione, onde fermare l’idiozia e la superbia di chi voleva erigersi sullo stesso livello del Creatore, non mi meraviglio di questo altro “intoppo” al Cern svizzero perchè (e non manca molto) lo stesso Dio che fece fallire i progetti ai tempi post-diluviani farà crollare ogni concetto che vuol negarne la sovranità, l’autorità e la Sua libera volontà!

In definitiva, io credo nel Signore perchè “in Lui tutte le cose sono state create, sia quelle che sono nei cieli e sia quelle che sono sulla terra” (Colossesi 1,16).

  Old Lady wrote @

ma davvero pensate ke sia stato dio a bloccare l’esperimento a Ginevra??


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: